Quello delle Utilty è un altro settore che sta sempre più velocemente adottando contatori intelligenti e le relative tecnologie di lettura automatica del contatore

(le AMR), con un notevole risparmio dei costi unito a un servizio e un’efficienza migliori. La gestione di questi contatori di nuova generazione può avvenire grazie all’impiego di tablet rugged, grazie alla loro cospicua dotazione di lettori e alla loro connettività altamente sofisticata. Senza rinunciare, tra i vantaggi, alla loro peculiare robustezza. 

Due sono i vantaggi, per le aziende di pubblici servizi, nell’uso della lettura automatica dei contatori:

  • La riduzione degli errori che inevitabilmente derivano dalla scrittura manuale.
  • Maggiore velocità di lettura e, quindi, più letture al giorno.

I tablet rugged più sofisticati supportano connettività WiFi e RFID, che consentono di rendere la lettura automatica del contatore molto più efficiente, veloce e agevole. Sono dispositivi che si adattano alle esigenze delle aziende, e che si abbinano a contatori intelligenti anch’essi dotati di GPS dedicato, 4G LTE per una connessione mobile molto veloce, e porte pass-through per una connettività ad alto guadagno, come WWAN e WLAN con antenne poste sul tettuccio.

Altro vantaggio dei tablet rugged è il display touch ad alta definizione. Un touch screen sensibile e intelligente, che funziona senza problemi con i guanti, sotto la pioggia e che nei dispositivi più potenti è unito a uno stilo per una maggiore precisione dei tocchi. Il display è inoltre molto visibile sia in ambienti interni che esterni, con colori nitidi e un contrasto ben bilanciato. Questo è utile ai professionisti per accedere in qualunque luogo e momento alle informazioni di cui hanno bisogno.

Per una manutenzione semplificata

I tablet e, in generale, i dispositivi rugged permettono che la manutenzione di apparecchiature e infrastrutture sia molto più semplice da garantire. Questo è possibile grazie al trasferimento e all’aggiornamento di informazioni in tempo reale, e all’utilizzo di fotocamere (che sono sempre integrate) per la segnalazione di ogni problema: tutte cose che consentono un ottimo guadagno in termine di sicurezza.

Inoltre, nel rispetto delle norme giuridiche e delle politiche aziendali, e per garantire un’elevata sicurezza sui luoghi di lavoro, i professionisti sono tenuti a consultare le checklist per la sicurezza, e una lunga serie di manuali: grazie ai display sensibili e definiti, di cui si parlava sopra, gli addetti ai lavori godono di un accesso facilitato a questi materiali. A questo si devono aggiungere le opzioni di controllo vocale e vivavoce, che quindi permettono al lavoratore di avere entrambe le mani libere, migliorando ulteriormente produttività e sicurezza.

Sempre all’insegna della robustezza

I dispositivi rugged permettono agli addetti di concentrarsi sul loro lavoro senza doversi preoccupare della protezione del loro device. Infatti, si tratta di prodotti molto robusti, costruiti per funzionare egregiamente nelle condizioni climatiche più disparate ed estreme, e per resistere a urti e cadute fino a 180cm di altezza. Prodotti di questo genere godono generalmente di certificazioni internazionali quali MIL-STD 810G, IP65/67/68 che li rendono resistenti a polvere, acqua e in alcuni casi anche a immersioni fino a 1 o 2 metri di profondità.

A questo si aggiungono delle batterie molto capienti, che garantiscono una lunga durata. Perdere l’accesso ai dati, alla geolocalizzazione e ad altre tipologie di comunicazione del dispositivo può essere molto pericoloso, e può mettere a rischio la sicurezza dello stesso operatore. Ecco perché i dispositivi rugged non hanno solo batterie molto durature, ma anche batterie doppie, sostituibili a caldo, ovvero senza dover spegnere e riavviare il dispositivo perdendo tempo e dati.

Una manutenzione predittiva

Le soluzioni digitali per la gestione e amministrazione dei servizi Utility è d’aiuto nell’implementazione di un piano di manutenzione predittiva delle infrastrutture: prodotti di questo tipo aiutano a monitorare i livelli di utilizzo e quindi a ordinare nuove componenti e nuovi strumenti prima che quelli montati si danneggino. In questo modo si ha la possibilità di ridurre notevolmente i tempi di inattività imprevisti, e le interruzioni per gli utenti, cosa di fondamentale importanza.

Largo impiego nei GIS

Queste soluzioni sono utilizzate con grande successo e soddisfazione nelle applicazioni GIS (sistemi informativi geografici mobili), e offrono delle grandi prestazioni facendo risparmiare i costi. In questo settore è molto importante il GPS per la mappatura e il rilievo sul campo, visto che è il GPS la fonte più critica e precisa dei dati geografici e topografici.

Oltre a questo, è fondamentale nel settore e nelle applicazioni mobili GIS l’accesso alle banche dati con le mappature e altre informazioni topografiche. Entrano nuovamente in gioco la connettività 4G LTE (che si ottiene nei prodotti con SIM mobile) e WiFi IEEE 802.11ac, che, presenti nei dispositivi rugged, permettono di avere un accesso estremamente rapido ai dati chiave.

Elaborazione veloce delle informazioni

I prodotti rugged, quindi, godono di tanta robustezza e connettività. Ma questo ancora non basterebbe a renderli dei dispositivi ideali nel settore delle Utility e, in generale, nel settore business. Sono prodotti che, infatti, devono essere anche molto potenti, per poter procedere senza intoppi, lag e bug, e per elaborare velocemente tutte le informazioni.

Ecco perché i migliori device rugged montano dei processori molto potenti, i top di gamma della famiglia Intel, in particolare i Core i7 e i5 vPro, quelli che sono montati anche su i top di gamma del settore computer, dai Mac di Apple ai Surface di Microsoft, nonché nelle Work Station e nei prodotti destinati all’elaborazione grafica.

Sono dispositivi, infatti, su cui devono girare programmi spesso molto pesanti, che richiedono molta potenza di calcolo per poter procedere bene. Non solo programmi di settori come quello edile, dove spesso si usa AutoCAD, ma anche nelle Utility che, come si è visto, utilizzano dei software specifici e altamente sofisticati nella lettura dei contatori e nel monitoraggio degli stessi.

Ai processori si unisce ovviamente una RAM altrettanto potente, almeno da 8GB che quindi lavora in simbiosi con la CPU per un corretto funzionamento del dispositivo e dei vari programmi. Una RAM molto potente è utile anche per un funzionamento corretto di GIS e mappatura. Inoltre, mai dimenticare lo storage interno, che si auspica sia almeno di 128GB di solito espandibile sia attraverso MicroSD, sia anche con Hard Disk Esterni, che però sono più scomodi e meno ergonomici.

Non dimentichiamo, infine, l’importanza della tastiera retroilluminata, indispensabile per il lavoro notturno. Un problema che naturalmente non sussiste in caso di tablet, che hanno la tastiera virtuale direttamente nel display, ma che riguarda i laptop rugged (spesso tablet 2 in 1 con tastiera removibile): una tastiera retroilluminata dà la possibilità ai professionisti di inserire i testi con semplicità in ogni luogo e ambiente.