Ruggtek RT 310 è un tablet Windows realizzato con materiali resistenti e progettato per l’utilizzo outdoor, in ambiti industriali o per lavori in cantiere.

La sua fattura è infatti pensata per resistere a ogni tipo di stress fisico, come cadute anche da altezze piuttosto elevate, o incidenti di vario genere. A questo si unisce Windows, Sistema Operativo più diffuso al mondo e compatibile con i migliori software professionali usati da ingegneri e architetti.
 

Perché scegliere un Tablet Rugged

Nell’immaginario comune, un laptop o un tablet sono molto poco resistenti e sensibili alle cadute. Una persona poco esperta non penserebbe mai di portarsi il suo personale dispositivo in ambienti e situazioni dove potrebbe facilmente cadergli anche da altezze elevate, o in cui acqua e polvere potrebbero facilmente infiltrarsi nelle sue fessure e nelle sue porte, danneggiando così l’intero apparato hardware.

Tutto questo è effettivamente vero per tutto ciò che riguarda la tecnologia “da ufficio”, o comunque quotidiana. Tuttavia, ci sono dei dispositivi pensati apposta per venire in contro alle esigenze di particolari figure professionali (o anche solo a persone che ne hanno bisogno per sport, per hobby) realizzati in maniera molto particolare, apposta per poter funzionare anche nella condizione più estrema.

Vengono chiamati Rugged Devices, e sono stati introdotti per la prima volta all’inizio degli anni duemila.

Si tratta di computer, tablet e smartphone che resistono a urti anche di grande impatto, nonché ad ogni tipo di situazione, e che non soffrono se ricevono schizzi d’acqua (in alcuni casi, anche se cadono direttamente nell’acqua) o terriccio e polvere e che quindi, proprio per questi motivi, possono essere usati in ambiti quali trasporti pericolosi, ambito militare, sicurezza pubblica, nei canteri edili e via dicendo. Insomma, delle situazioni in cui la salute e l’integrità del dispositivo non è la prima cosa a cui si pensa.

Non si tratta, perciò, di prodotti dalla ricercatezza estetica, o dalle dimensioni compatte come possono essere invece gli ultimi modelli “da città”. Ma non per questo bisogna pensare che siano tecnologicamente inferiori a loro, anzi. Al contrario, sono dotati di tecnologie spesso personalizzate e che non si trovano nei più comuni dispositivi: per esempio componenti selezionate per resistere a temperature anche molto alte, o molto basse; o a cambi di pressione repentini.

Soprattutto, per questi dispositivi ha grande importanza la connettività wireless. I Rugged Devices hanno infatti degli speciali moduli che siano in grado di garantire elevate prestazioni sotto qualsiasi aspetto e, infatti, è stato più volte dimostrato come questi dispositivi soffrano meno di problemi di connessione rispetto a quelli dedicati all’ambito domestico e da ufficio, comunque cittadino.
 

RT 310: le caratteristiche Hardware

Il tablet Ruggtek RT 310 è stato progettato per essere funzionale e resistente. Per questo motivo monta un hardware di alto livello, adatto ad affrontare sia grandi stress fisici sia stress software, grazie a chip e componenti in grado di fargli svolgere contemporaneamente anche lavori pesanti.

Il display è un 10.1’’ IPS multi-touch capacitivo con risoluzione 1920 X 1200 pixel Full HD, per un rapporto di schermo 16:10. Display capacitivo significa alta sensibilità al tocco, mentre la tecnologia multi-touch permette di usare più tocchi nello stesso momento in modo da fare azioni più complesse – banalmente, ruotare un foglio, una fotografia con il tocco delle dita – senza difficoltà e senza pressioni elevate.

Il display è protetto da un vetro Gorilla Glass, che unisce la risoluzione HD da durata nel tempo e resistenza ai graffi. Gode, inoltre, di certificazione IP65 per una protezione totale contro polvere e ghiaia, e che lo rende capace di resistere a schizzi e getti d’acqua (ma non alle immersioni).

La velocità di calcolo del dispositivo è permessa dal processore: il tablet dispone infatti di una CPU Quad-Core Intel Atom x5-z8350 con frequenza massima a 1,92 GHz e 2MB di Cache, a cui si uniscono 4GB di Memoria RAM e 64GB di SSD.

Questa è una potenza sufficiente per veloci modifiche di progetti AutoCAD, elaborazioni grafiche più o meno complesse o presentazioni Power Point, da eseguire direttamente sul luogo di lavoro.

Non manca una dotazione di porte ampia e diversificata: il Ruggtek RT 310 dispone di una porta ethernet RJ45, di due porte USB Type-A (una 2.0, l’altra 3.0), ingresso HDMI e RS-232 e di uno slot Micro-SD per espandere i 64GB di memoria già disponibili per l’utente.
 

Tanta connettività e ampia autonomia

Non manca ovviamente la connettività di ultima generazione. Oltre al sistema Industry 4.0, il Ruggtek RT 310 dispone di Bluetooth di ultima generazione, Wi-Fi Dual Band e soprattutto del modem 4G LTE. Quest’ultimo è ovviamente una componente fondamentale per un dispositivo che nasce come strumento da lavoro in campo, per chi quindi ha bisogno di inviare dati, progetti, fotografie e documenti in situazioni dove non è presente la connessione Wi-Fi ma dove serve una comunicazione diretta e immediata.

Ciò significa, quindi, che è possibile inserire una SIM all’interno del device e attivare un piano dati con un operatore. In ultimo, il Tablet dispone anche di diversi satelliti per una geo-localizzazione più accurata e precisa.

Lavoro Outdoor significa anche necessità di ampia autonomia. La batteria di oltre 10.000 mAh è estraibile e non integrata all’interno della scocca del dispositivo. Anche questa è una scelta progettuale pensata per semplificare il lavoro in cantiere, perché quando è scarica può essere rimossa e sostituita in modo da continuare il lavoro senza ulteriori intoppi.

La tecnologia Hot-Swap permette inoltre di mantenere acceso il device durante la sostituzione della batteria, perché proprio la seconda batteria farà da “backup power” e impedirà la perdita degli ultimi dati.

 

Windows 10: per non perdere nulla

Uno dei valori aggiunti di questo dispositivo è che al suo interno non gira Android, ma Windows 10 Professional (in alternativa, si può scegliere IoT Enterprise, sistema dedicato interamente al mondo professional e aziendale). Windows 10 significa avere il sistema operativo desktop più diffuso al mondo, e per questo compatibile con tutti i principali software professionali.

Tra l’altro, le ultime decisioni prese sotto la direzione di Satya Nadella, attuale CEO di Microsoft Corporation, hanno lasciato intendere un’apertura del sistema operativo di Redmond verso il mondo Open Source, e quindi con ampie possibilità di sviluppo e programmazione. Ne è un esempio lo stesso Broswer Edge, la cui nuova versione in debutto all’inizio del 2020 è stata completamente riscritta e basata su Chromium.

Windows 10 Pro rende quindi il Ruggtek RT 310 un vero e proprio Tablet PC, cioè un dispositivo piccolo, leggero e resistente su cui poter continuare il lavoro iniziato sul laptop in ufficio o a casa.

Il sistema operativo è infatti quello che consente di poter avere, per esempio, AutoCAD: un architetto, un ingegnere ha quindi la possibilità di salvare un progetto su One Drive (il Cloud ufficiale di Microsoft) o su chiavetta USB per poi riprenderlo direttamente in campo per mostrarlo al team di lavoro, o per modifiche in grande rapidità in caso insorgessero imprevisti e problemi di ogni genere.

Lo stesso vale per qualsiasi altro software di lavoro, come Math Lab o più banalmente Office. Proprio quest’ultimo, del resto, gira in maniera ottimale essendo sviluppato dalla stessa Microsoft, i cui sviluppatori si sono quindi occupati di una sua perfetta integrazione con tutto l’ecosistema Windows.